Baci di Satana Ripieni di Tonno & Acciughe


Sfizioso antipastino a base di questi deliziosi peperoncini ciliegia piccanti della varietà “Bacio di Satana” ripieni di tonno; prodotti artigianalmente non hanno nulla a che vedere con quelli industriali mollicci e riempiti di pane grattugiato! Si trovano facilmente in questo periodo nei banchi dell’ortofrutta e con un po’ di lavoro si possono gustare durante l’inverno. E’ una ricetta facilissima, ci vuole solo un po’ di buona volontà ;) conservati sott'olio permettono di trasportare nel tempo i sapori di stagione, i profumi dell'orto, del sole di quest'estate che ormai svolge a termine...
…non vi nego che sono la mia passione! Squisiti e stuzzicanti, fatevi tentare...


Ingredienti:

1 kg.Peperoncini “ Bacio di Satana” tondi piccanti sodi e freschissimi
500 g. Tonno al naturale
Filetti acciughe sotto sale (circa 10, ma dipende dal gusto!)
100g. Capperi sotto sale (e dissalati)
Olio extravergine d’oliva q.b.
Una manciata di pepe (facoltativa)
Sale q.b.
Per “sbollentare i peperoncini”:
1 litro Aceto bianco
1 litro d’acqua
1 presa di sale grosso


Prima cosa : INDOSSATE I GUANTI DI LATTICE MONOUSO E LAVORATE IN UN AMBIENTE AREATO: Lavate, mondate, privateli del picciolo e svuotateli all' interno dei semi, mettete a bollire l'acqua assieme all' aceto e fate sbollentare i peperoncini, (basta immergerli per 1 minuto massimo, devono rimanere molto croccanti!)quindi scolateli e metteteli ad asciugare su degli stracci puliti con l'apertura verso il basso così da aiutare l'asciugatura... farli asciugare circa 24 ore perché spesso l'acqua presente nelle conserve favorisce il crearsi di muffe. Se si ha la possibilità di farli asciugare al sole è molto meglio. Con un mixer ( o un normale frullatore) tritate i capperi con le acciughe, il tonno e create un composto omogeneo, aggiungete 3 cucchiai di olio evo, fate la prova assaggio e regolate secondo vostro gusto aggiungendo eventualmente altri capperi o acciughe e regolate di sale e di pepe macinato fresco, quindi farcite i peperoncini con una sache a poche (una siringa per dolci) o un normale cucchiaino. Disponete i peperoncini in vasetti piccoli adagiandoli poi all'interno dei vasetti precedentemente sterilizzati, cercando di non lasciare spazi vuoti e riempire i vasetti con olio di oliva extravergine.
Le conserve in olio creano un film per cui non è possibile alla tossina di svilupparsi, in quanto l'olio non permette all'ossigeno di passare quindi non è necessario sterilizzare nuovamente. Chiudete ermeticamente e conservateli al buio, si mantengono per tutto l’inverno chiusi, se aperti conservare in frigo.
Tipi di peperoncino: http://www.hotchili.it/varieta.htm

Translate