“Marmellata di Peperoncini Piccanti”…pronta in 3 minuti!


Ovviamente non si tratta della classica marmellata da colazione, ma di una deliziosa cremina spalmabile agrodolce piccante da gustare con formaggi, tortillas, carne, wurstel, o semplicemente spalmato su delle bruschette, ed è deliziosa, se accompagnata da una birra gelida!
Ho cercato nella rete una ricetta come la mia, ma ho trovato solo preparazioni un cui il peperoncino veniva cotto a lungo, così ieri dopo l’acquisto al mercato di ben 3 kg di peperoncini, sono tornata a casa e mi sono messa all’opera: la prima confettura l’ho preparata mettendo solo peperoncini piccanti, zucchero e pectina e come tutte le marmellate che si rispettino, l’ho lasciata cuocere molto a lungo ( 1 ora circa), buona, ma con la cottura la capsaicina si dissolve, perdendo ahimè il piccante, risultando così una salsina solo leggermente piccante. Così l’altra metà dei peperoncini l’ho preparata riducendo al minimo il tempo di cottura, il risultato? : eccellente e molto HOT!

Quindi a chi piace il piccante consiglio questa mia versione!







Ingredienti:
600 g. Peperoncini rossi tondi piccanti freschi (netti, privati quindi dei semi)
400 g. Peperoni di campo (netti)
300 g. zucchero
40g. di pectina ( io ho usato fruttapec 2:1)


STERILIZZAZIONE DEI BARATTOLI : Lavate accuratamente i vasetti di vetro facendoli bollire per 10 min. (Oppure fate come faccio io: prendete un piatto, inserite i contenitori con l'acqua nel microonde e mettete alla massima potenza per 5 min. Togliete dal micro, velocemente chiudete con i tappi e capovolgeteli. Li lascio finchè la marmellata non è pronta e poi li asciugo con cura.)

Prima cosa : INDOSSATE I GUANTI E LAVORATE IN UN AMBIENTE AREATO: Lavare, mondare, sbucciare e privare dei semi i peperoncini e i peperoni, e passate tutto al minipimer (quello ad immersione) aggiungete a freddo lo zucchero e la pectina e travasate il tutto in una pentola capiente. Portate ad ebollizione e far bollire per almeno 3 minuti, a fiamma molto alta, sempre mescolando. Il tempo di bollitura viene calcolato da quando il composto giunge a forte ebollizione. A fine cottura, togliere la pentola dal fuoco e mescolare per un minuto, facendo dissolvere la schiuma.

Fate la prova piattino per valutare la consistenza: mettete 3 cucchiaini di marmellata che si raffredderanno velocemente.

Se dovesse risultare un pò liquida, potete riavviare il programma dall'inizio. (Può capitare ad esempio con frutta non troppo matura o particolarmente liquida!).

Infine versate la marmellata ancora bollente nei vasetti sterilizzati, riempiendoli fino all'orlo, chiudere ermeticamente e capovolgerli per 10 min.

Dopo 24 ore la marmellata acquista la giusta consistenza e può essere consumata. Ovviamente dopo l'apertura i vasetti vanno conservati in frigo!


Translate