“ Su Porceddu” (Porchetto Arrosto – Maialino allo Spiedo)



Forse la specialità più classica della Sardegna: il Porchetto, secondo la tradizione Campidanese è un maialino molto piccolo, deve essere allevato con alimentazione pressoché esclusiva, costituita dal latte materno ( deve avere massimo 45 giorni di vita).
Qualche piccola curiosità ( di cui cito la fonte così nel caso decideste di trascorrere le vostre vacanze nel Sud Sardegna a Santa Margherita di Pula, mi permetto anche di consigliarvi di cenare in questo agriturismo dove potrete gustare questa e altre specialità tipiche sarde).
“Quello che oggi è il piatto più conosciuto della cucina sarda, paradossalmente non era molto diffuso fino a almeno cinquant’anni fa. Il porceddu era considerato una leccornia che capitava di mangiare solo una volta ogni tanto. Chi aveva il maiale in casa si guardava bene da uccidere un maialino appena nato. Il maiale si teneva come un salvadanaio, quando si uccideva, già grande, si faceva il sanguinaccio, lo strutto, le salsicce, e tutta una serie di prodotti da conservare. Solo chi aveva allevamenti un po’ più grandi, i quali erano diffusi soprattutto nella Sardegna centrale, poiché è nelle zone di montagna che si trova più pastura per i maiali, si poteva permettere, in primavera al momento di castrare il maiale, di offrire a chi veniva ad aiutare, il maialino arrosto, magari una maialina femmina, dal sapore più delicato!”



Ingredienti:
1/2 Maialino sardo
Mirto
Sale

Allestite il fuoco in un barbecue usando preferibilmente rami ben stagionati di piante aromatiche come leccio, corbezzolo, lentischio o olivastro. Potrete mettere il maialino precedentemente infilzato nello spiedo, quando le fiamme si sono smorzate e resta la brace di un bel colore rosso vivo, sistemandolo a circa 50 cm dal fuoco,sistemate un po’ di brace sotto il maialino; (mettete meno brace nelle parti meno spesse) avviate il girarrosto continuando sino a quando l'animale sarà cotto ( ci vorranno circa 3 ore!).




Quando sarà prossimo alla cottura salatelo, sarà pronto quando le carni assumono un caratteristico colorito chiaro e la cotenna, bruno, rossiccia dorata risulta ben croccante. Toglietelo dallo spiedo, sporzionatelo e adagiatelo in un letto di foglie di mirto fresche.


Translate