Pane Frattau

Se come me avete la fortuna di avere materie prime di ottima qualità, come una forma di pecorino fatto in casa e della pecora, una confezione di pane Carasau non vi resta che preparare un ottimo brodo di carne e un sughetto di pomodoro, cuocere le uova e gustarvi uno dei piatti più tipici della Barbagia e dell’Ogliastra: Il Pane Frattau.( che significa spezzato).






Ingredienti:

8 fogli di pane Carasau (io preferisco il “pistoccu”più erto e assorbe più brodo)

Brodo di Pecora

Sugo di Pomodoro

Pecorino Sardo

Uova





Preparate un buon brodo di pecora ( Mettere a cuocere in acqua fredda salata la carne, il pomodoro secco, patata, sedano, carota e la cipolla: portate ad ebollizione a fiamma bassa per circa 2 ore, schiumando se necessario nelle prime fasi di cottura).

Preparate un sugo semplice di pomodoro, facendo soffriggere uno spicchio d’aglio tagliato fine con un po’ d’olio, a doratura aggiungere il pomodoro, salare e lasciare sobbollire per mezz’ora circa a fuoco basso - io avendo del brodo a disposizione ne aggiungo un mestolo e lascio assorbire per incorporare gli odori.


Grattugiate il pecorino stagionato (il mio era un po’ fresco, fatto in casa ed era davvero delizioso!).



Cuocete le uova in camicia ( io generalmente tolgo le uova dal frigo, le lascio a temperatura ambiente almeno un ora, poi prendo un pentolino aggiungo un cucchiaio d’aceto, a ebollizione creo con una frusta una sorta di mulinello e cuocio le uova una ad una per 2 minuti circa finchè l’albume che le riveste sia completamente bianco e cotto, mentre il tuorlo morbido).

Una volta che avrete tutti gli ingredienti pronti a disposizione: immergete dei fogli di carasau precedentemente spezzati nel brodo bollente e scolateli con una schiumarola, adagiateli uno alla volta in piatti larghi che avrete cosparso di salsa e pecorino; condite i fogli alternandoli come fareste con una lasagna con fogli di carasau, sugo e formaggio grattugiato, circa 3 o 4 strati adagiate un uovo (nel mio caso 2) in ciascuno piatto e servite subito ancora bollente!

Commenti

  1. bellissimo questo piatto tradizionale, fatto proprio con tutti i crismi.
    complimenti per la spiegazione dettagliatissima.ciao!

    RispondiElimina
  2. Che buono, bei ricordi della sardegna!:)))

    RispondiElimina
  3. wow... gustosissimo!
    buon w.e.

    RispondiElimina
  4. proprio particolare e gustoso!
    bacioni

    RispondiElimina
  5. eseguito alla perfezione! meraviglioso davvero e molto molto invitante :-)))
    ciao Ely

    RispondiElimina
  6. Grazie per essere passata dal mio blog, come vedi mi sono aggreegata anch'io come sostenitrice del tuo.
    Belle ricette, sei sarda ?, solo un sardo può avere materie prime a disposizione, qui non li trovi neppure con il lanternino.
    Un bacione
    Mandi

    RispondiElimina
  7. Da quando sono stata in Sardegna (nel 2003) il pane frattau è entrato a far parte di uno dei miei piatti preferiti! Antonella Esposito (Roma)

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari