Malfatti Ricotta & Spinaci al Sugo di Pomodoro

Sin da piccola adoravo questo piatto semplice, sano e genuino che preparava mia mamma nella cucina di tutti i giorni;


per me era una gran festa e ora ripropongo questo piatto alla mia famiglia con la stessa gioia e l’entusiasmo d’infanzia. Può essere un piatto appagante e light, e un piatto unico se accompagnato con un paio di forchettate di spaghetti al sugo come piace servirli e gustarli a casa mia!


Ingredienti per i Malfatti:

500g Ricotta di pecora fresca
300g Spinaci
1 bustina di zafferano
Un pizzico di sale
Farina (solo per infarinarli nella spianatoia)

Per il sugo:
500g. pomodori pelati
Olio e aglio q.b. per il soffritto
Basilico fresco
Parmigiano da spolverare sopra a piacere

Per la perfetta riuscita di questa ricetta, l’ingrediente principe deve essere di ottima qualità: scegliere una buona ricotta fresca di pecora e metterla a sgocciolare almeno un ora in modo che perda il liquido in eccesso (potete usare uno scolapasta). Nel frattempo bollire gli spinaci e lasciarli raffreddare, strizzarli molto bene e sminuzzarli finemente con un coltello. In un recipiente abbastanza capiente mettete la ricotta lavorata con la forchetta, unite gli spinaci, un pizzico di sale e la bustina di zafferano. Lavoriamo molto bene l’impasto con l’aiuto di una forchetta per far amalgamare tutti gli ingredienti. In una spianatoia cospargiamo di farina e con le mani iniziamo a fare delle polpette. ( A questo punto se non avrete fatto sgocciolare la ricotta e spinaci molto bene avrete un impasto molliccio, potete risolvere questo problema aggiungendo un po’ di farina nell’impasto, ma in questo caso avrete più dei gnocchi e perderete la naturale morbidezza e il gusto tipico di questo piatto). Una volta che saranno pronte tutte le polpette fatele girare nella farina in modo che vengano coperte uniformemente.

Preparate il sughetto semplice di pomodoro mettendo a soffriggere un po’ d’olio evo e uno spicchio d’aglio sminuzzato sino a doratura, aggiungete i pelati, il sale e fate sobbollire per mezz’ora circa a fuoco dolce, 10 min. prima aggiungete una bustina di zafferano sciolto con un po’ di acqua calda e alla fine sminuzzate con le mani delle foglie di basilico.

Ora potete iniziare a bollire i malfatti in una pentola capiente (quella che usate per cuocere la pasta) con una presa di sale, pochi minuti bastano, una volta che saliranno a galla si possono scolare. Aggiungere il sugo di pomodoro, spolverate di parmigiano e portate a tavola ancora fumanti!


Translate